Museo dell'Arte

Arte - τέχνη - art - kunst - искусство - アート

Dal colore delle fiabe alla cromatica fantasia della realtà – By Pasquale Solano

E’  con vero piacere e profondo orgoglio, che oggi andremo ad occuparci di una vera Artista, che con un suo particolare manierismo, possiede un elevato carisma cromatico interpretativo e attraverso i suoi colori sa coinvolgere alla grande l’osservatore e se ve lo dico io, potete ben crederci. Pur mantenendo nelle sue opere con le sue tonalità, la cognizione della realtà, offre una piacevole quanto aggraziata elaborazione, per cui da un accenno di verismo, riesce a tramutare l’arte informale in un sogno cromatico ad alta definizione.

Come vedremo , di lei si sono occupate grandi firme del panorama artistico italiano ed avendola conosciuta di persona, non certo, non avrei potuto dire la mia opinione,anche perché  nel visionare le sue opere, sono rimasto letteralmente affascinato per un’intero pomeriggio. Cari Lettori, non mi rimane altro che presentarvi :

La nota Pittrice Celeste Fortuna da Vibo Valentia

Prima di occuparci dei suoi lavori,vi propongo di conoscerla meglio, attraverso una sua sintetica Biografia:

Celestina Fortuna, pittrice calabrese, nasce a Vibo Valentia nel 1963.

Inizia a dipingere da ragazzina, per gioco, dopo aver ricevuto in regalo una cassetta di colori per pittori e qualche tela, che riporrà successivamente in cantina.
Segue altri percorsi, si diploma all’Istituto Tecnico Commerciale nel 1981, e nello stesso anno convola a nozze.
Dal matrimonio nascono due figli: Salvo e Maria Laura, che sono il suo orgoglio, e che lei ritiene:
“le mie opere migliori”.

Ha 24 anni, quando affascinata dall’ambiente intorno (amici e parenti pittori), decide di riprendere quella cassetta di colori che aveva conservato in cantina, e inizia ad “imbrattare” (dice lei), un pò di tele.
Incoraggiata dal marito e dai familiari, che sono i primi a credere nella sua pittura, si appassiona sempre più ed inizia a partecipare a diverse estemporanee, nelle quali,  ha da subito un discreto Marziano, che lei ammira molto, per tecnica e risoluzioni espressive.
Per i primi anni la sua pittura segue gli schemi appresi, poi, piano piano, pur non sovvertendo gli schemi e le tecniche apprese, affina le sue qualità espressive con una tavolozza di colori tutta sua.
Colori vivaci e intensi i suoi, la stessa gamma di colori vivaci che caratterizzano il suo modo di essere che la contraddistinguono nella vita: allegra, solare e positiva.

Nel corso degli anni ha partecipato ad estemporanee, mostre Collettive e Personali, suscitando l’ammirazione e il plauso di critica e pubblico.
Si è aggiudicata prestigiosi e lusinghieri premi.
E’ stata recensita su molti quotidiani nazionali, riviste e libri d’Arte.
Le sue tantissime opere si trovano in collezioni pubbliche e private in tutta Italia e all’estero, in particolare in Germania, Irlanda, Inghilterra, Portogallo, Malta, Giappone, New York, Melbourne.

successo ricevendo varie segnalazioni e piccoli premi per le sue opere e per i suoi colori.
Inizia così la sua attività da “autodidatta”.
Segue poi, un corso di pittura presso lo studio di un famoso pittore di Catanzaro: Giovanni

 

Questo che leggerete di seguito, è il suo Curriculum artistico,con le tappe piu significative conseguite:

CURRICULUM VITAE

1990
2° Premio Europeo (Galleria Centro Storico) FIRENZE
1991

Trofeo Extemporanea VIBO VAL.MARINA

1992
3° Premio Extemp.FILANDARI (VV)

1993
Targa extemp. S. MARIA DI CATANZARO
Segnalazione Opera Extemp. MILETO (VV)

1994
3° Premio Extemp. STEFANACONI (VV)
3° Premio Extemp. ARZONA (VV)
Opera segnalata Extemp. MILETO (VV)
Premio Acquisto Extemp. BELLA DI NICASTRO (CZ)

1995
Collettiva Vibo Valentia
Targa 1° Extemp. “F.Polistena” U.I.L.M. VIBO VALENTIA
Diploma d’onore e targa “Primo Premio Nazionale” CITTA’ DI GIOIA TAURO
3° Rassegna collettiva “Estat’Arte” PIZZO CALABRO (VV)
3° Premio Extemp. “Capialbi” PIZZO CALABRO (VV)
1° Rassegna Colletiva “Arte e Artigianato” ZAMBRONE (VV)
Targa Associazione Turistica TROPEA (VV)
Targa Associazione Culturale “Proposte” NICOTERA (VV)

1996
Rassegna Collettiva “Associazione Artistica LA FENICE” presso Castello dei Ruffo NICOTERA (VV)
Diploma d’Onore e Targa “2°Collettiva di Pittura e Grafica” presso Oratorio A.N.S.P.I. Sacra Famiglia (VV)
Targa Extemp. U.I.L.D.M. VIBO VALENTIA
Trofeo Raffaella -Premio Città di Pizzo-
3° Premio Extemp. CALABRO’ DI MILETO (VV)
2° Rassegna Collettiva “Arte e Artigianato” ZAMBRONE (VV)
4° Rassegna Collettiva “Estat’Arte” PIZZO (VV)

1997
2° Premio Extemp. S.PIETRO A MAIDA (CZ)
Targa Amm.ne Comunale CITTA’ DI GIOIA TAURO (RC)
Diploma e Medaglia 29° Premio Primavera “Accademia Internazionare Robur”- FOGGIA
Targa “1° Edizione Concorso Naz. di Pittura” -CATANZARO
5° Rassegna Collettiva “Estat’Arte” -PIZZO (VV)
4° Premio Extemp. DASA’ (VV)
PERSONALE presso Galleria d’Arte “La Fenice” -TROPEA (VV)
1° Premio Extemp. “Acquerelli Nicoteresi” -NICOTERA (VV)
Collettiva di Pittura Villa Comunale (Raduno Interregionale A.N.M.I.- PIZZO (VV)
Trofeo 1° Mostra di Pittura Extemp. “Rosa Maria Donato” VIBO VALENTIA

1998
Targa Extemp. “F.Polistena” U.I.L.D.M. -VIBO VALENTIA
Collettiva di Pittura Circolo Artistico Culturale ” Le Arti”- LAMEZIA TERME (CZ)
Coppa Amm. ne Comunale 1° Extemp. DINAMI (VV)
1° Premio Extemp. di pittura -PIZZONI (VV)
Collettiva di Pittura Assoc. Artistica “La Fenice” presso Hotel Rocca Nettuno -TROPEA (VV)
Collettiva Associazione Culturale “Gruppo d’Animazione Napitia” – PIZZO (VV)
Coppa Sindaco Comune di Pizzo Extemp. “Museo del Mare” – PIZZO (VV)
Rassegna Collettiva “Est’Arte” PIZZO (VV)
PERSONALE di Pittura – Piazza Vittorio Veneto- TROPEA (VV)
3° Premio Extemp. DASA’ (VV)
1° Premio Extemp. Amm.ne Comunale – ROMBIOLO (VV)
Collettiva di Pittura “Corteo Storico Palio di Diana”- VIBO VALENTIA
3° Premio Extemp. -S. PIERFEDELE (RC)
5° Premio Extemp. “Centro Sportivo Culturale- Capialbi) VIBO VALENTIA

1999
Collettiva “Donna Arte” Centro Culturale degli Artisti- Palazzo del ComunE -CATANZARO
Collettiva “La festa dell’Artista”-Centro culturale Artistico “Le Arti”- LAMEZIA TERME
Biennale d’Arte 2000 Patrocinata dalla Presidenza Regionale- MONTEROSSO CALABRO (VV)
Premio Acquisto Extemp. FILADELFIA (VV)
Premio Acquisto Extemp. S.ONOFRIO (VV)
Premio acquisto Extemp. FRANCICA (VV)
Collettiva e Segnalazione Opera “Concorso di Pittura”- S.GIORGIO MORGETO (RC)
Rassegna collettiva “Estat’Arte” -PIZZO CALABRO (VV)
2° Premio Extemp. DINAMI (VV)
3° Premio Extemp. BELMONTE CALABRO (CS)
Collettiva “Il Colore” presso Centro Culturale -S.ONOFRIO (VV)
Coppa del Presidente della Giunta Regionale Extemp. “Museo del Mare”- PIZZO (VV)
Mostra selettiva di Pittori Italiani Galleria del Centro Arte- BOLOGNA

2000
Collettiva di pittura al femminile “Arte Donna”- Centro di Aggregazione Giovanile S.ONOFRIO (VV)
Collettiva Artisti della Fenice “Arte in Vetrina”- TROPEA (VV)
3°Premio Extemp. S.COSTANTINO CALABRO (VV)
Premio della Critica Donna- S.GIORGIO MORGETO (RC)
PERSONALE di pittura presso Biblioteca Comunale- TROPEA (VV)
Coppa Sindaco di Pizzo Extemp. “Museo del Mare” – PIZZO (VV)
PERSONALE presso Sala Consiliare Comune di ROMBIOLO (VV)

2001
Collettiva A.N.E.D. – TROPEA (VV)
Collettiva “Arte in Vetrina”- TROPEA (VV)
3° Premio Concorso di Pittura Contemporanea-Proloco S.ONOFRIO (VV)
Collettiva “Estat’Arte” – PIZZO (VV)
Biennale d’Arte Contemporanea – MONTEROSSO CALABRO (VV)
1° Premio Concorso “Arte 2001” Proloco VIBO MARINA (VV)
4° Premio Concorso d’Arte – S.GIORGIO MORGETO (RC)
2° PREMIO Rassegna d’Arte e Cultura “Vicoli Centro Storico”- TROPEA (VV)
Collettiva patrocinata dal comune di CARIA (VV)

2002
Diploma di Merito Collettiva “Tempo d’Arte 2002” Associazione ARTECULTURA- MILANO
Rassegna d’Arte Presso Villaggio-Camping “L’Africano”- BRIATICO (VV)
Collettiva “Arte in Vetrina” -TROPEA (VV)
PERSONALE presso “Hotel Rocca Nettuno” – TROPEA (VV)
3° PREMIO Mostra Collettiva “Arte 2002” proloco VIBO MARINA (VV)
Collettiva “Estat’Arte” – PIZZO (VV)
Targa Extemp. presso “Villaggio Mancuso”- SILA (CS)
2° Premio Extemp. Comune di ZUNGRI (VV)
PERSONALE c/o Hotel “EXECUTIVE” di RENDE (CS) Patrocinata dall’Euroistituto di  Ricerca Scientifica           Biometica “HUMANITAS”di Torino
Collettiva “Gran Premio del Decennale”- Sala di Rappresentanza Comune di COSENZA
Collettiva c/o Villaggio Turistico “Eden Village” -RICADI (VV)
Collettiva c/o Residence “La Taverna”- CAPO VATICANO (VV)

2003
PERSONALE presso “Palazzo Gagliardi” Patrocinata dall’Amm.ne provinciale VIBO VALENTIA
2° Premio “Gioffrè” – Selezione Pubblico- Extemp. organizzata dall’Ass.ne Rotary Club SOVERATO (CZ)
PERSONALE c/o “Hotel Rocca Nettuno” – TROPEA (VV)
Mostra “Pellaro d’Arte s’è Fiera” (Rass. Import-Export Cultura Tradizioni) Palazzetto-Sport PELLARO (RC)
Collettiva “Estat’Arte”- PIZZO CALABRO (VV)
PERSONALE presso “EDEN VILLAGE” – RICADI (VV)

2004
PERSONALE presso Fiera Campionaria di FILADELFIA (VV)
3° Premio Extemp. ZUNGRI (VV)
Collettiva di Pittura c/o Sede Centro Culturale Comune di PARGHELIA (VV)
1° Premio Concorso “Arcobaleno”- VIBO MARINA (VV)
Premio Acquisto extemp. S.GIOVANNI DI ZAMBRONE (VV)
PERSONALE presso “Hotel Club Capo S. Irene” BRIATICO (VV)
PERSONALE presso Centro Comm.le “Le Cicale” VIBO VALENTIA

2005
Collettiva “FESTA DELLA DONNA” c/o Ist. Nautico PIZZO CALABRO (VV)
3° Premio Extemp. S.CALOGERO (VV)
1° Premio Extemp. organizzato dal mensile di cultura “La Piazza”- TROPEA (VV)
Collettiva “Estat’Arte” PIZZO CALABRO (VV)
Premio Acquisto Extemp. MAIDA (CZ)
1° Premio Extemp. “Acquerelli Nicoteresi”-NICOTERA (VV)
Collettiva c/o “Villa Gagliardi” VIBO VALENTIA
Collettiva “COLORI” Via C.Colombo -VIBO MARINA
Collettiva “Arte e Natura”- MONGIANA (CZ)
Collettiva “Mercatino di Natale” – TROPEA (VV)
Collettiva c/o Palazzo delle Accademie Vibonesi- VIBO VALENTIA
Collettiva “Amici di Ercole” VIBO VALENTIA

2006
1° Rassegna Collettiva “NATURARTE” Patrocinato dalla Prov. di VV e Comune di SERRA S.BRUNO
Collettiva “Est’Arte”- PIZZO CALABRO (VV)

2007
Arte in Vetrina TROPEA (VV)
Collettiva Estat’Arte PIZZO (VV)
Collettiva Assoc. “La Fenice” -TROPEA (VV)

2008
Collettiva Associ. “La Fenice” -TROPEA (VV)
Biennale di Pittura e Scultura- MONTEROSSO CALABRO (VV)

2009
Collettiva “Estat’Arte”- PIZZO CALABRO (VV)
Collettiva Pro-loco VIBO MARINA (VV)

2010
Collettiva Assoc. “La Fenice” -TROPEA (VV)
Collettiva “Estat’Arte” – PIZZO (VV)

2011
Rassegna di pittura di Nudo Femminile  “TELE NUDE”- PARGHELIA (VV)
Collettiva Calendario  “Luoghi e Colori”Assessorato alla cultura Amm.ne VIBO VALENTIA
2° Premio Extemp. VIBO VALENTIA
Mostra Collettiva – VIBO MARINA (VV)

2012
Collettiva “Estat’Arte” c/o  ex Tonnara -PIZZO CALABRO (VV)
Collettiva “Artisti Regionali” -VIBO MARINA (VV)
Rassegna “Artisti della Fenice” -TROPEA (VV)

2013
PERSONALE presso Palazzo Chimirri -SERRA S. BRUNO (CZ)
Rassegna Collettiva “Sicilia, l’Amore per l’Arte”- TAORMINA (CT)
MEDAGLIA Presidente del Consiglio dei Ministri- Premio di Pittura Città di PIZZO (VV)
Collettiva “Estat’Arte” c/o EX Tonnara di PIZZO (VV)
Rassegna Collettiva “Colori sul lungomare”  PIZZO MARINA (VV)
Collettiva S. Maria -SERRA S. BRUNO (CZ)

2014
Rassegna di Pittura-Scultura- Grafica “ART DAY”- VIBO MARINA
3°Premio Extemp. “Emigranti-Luoghi e Personaggi” -IONADI (VV)
Rassegna Collettiva “Est’arte” PIZZO CALABRO (VV)
Rassegna collettiva “Arte in Scala” Amm.ne Comunale -PARGHELIA (VV)
PERSONALE c/o Emporio Maragò- “Calici di Poesie” – VIBO MARINA(VV)
Collettiva “Pinocchio e la fatina” –  ART Contest- Antica Tonnara PIZZO (VV)

2015
1° PREMIO INTERNAZIONALLE ARTETREMILA “Arte senza confini” Mostra on-line
Allestimento con opere pittoriche poste a tetto Cappella S. Barbara c/o CAPITANERIA DI PORTO di VIBO MARINA (VV)
EXPO 2015- INTERNATIONAL CONTEMPORARY ART c/o Centrale Taccani -TREZZO SULL’ADDA (MI)
Mostra Collettiva Itinerante “I colori dell’Anima”dedicata a Frida Kalho -Torre Normanna S. MARCO ARGENTANO (CS)
Premio Art Contest – Complesso Monumentale S. Chiara- VIBO VALENTIA
Mostra Collettiva Itinerante “I colori dell’Anima” – Palazzo della Provincia – REGGIO CALABRIA
Collettiva “MARENOSTRUM” Amministrazione Comunale di PARGHELIA (VV)
Mostra Collettiva Itinerante “I colori dell’Anima” – Hotel Barbieri – ALTOMONTE (CS)
Collettiva “Estat’Arte” – Antica Tonnara- PIZZO CALABRO (VV)
“Festival delle Serre” Mostra Collettiva c/o Palazzo Sersale – CERISANO (CS)
“L’Impero della Rosa” Collettiva promossa da “Art Contest” c/o Palazzo Gagliardi – VIBO VALENTIA

2016
-“Donna Mostra…ti” Collettiva promossa dall’Associazione Brutia Libera c/o Biblioteca Civica –  COSENZA
-Mostra collettiva c/o “Le Pietre Volte” promossa dall’Associaz. “Cosi Mali” RICADI CAPO VATICANO (VV)
-Collettiva promossa dallo Storico e Critico d’Arte Giorgio Grasso c/o Villaggio Valtur – CAPO RIZZUTO (KR)
-Seconda Collettiva c/o “Le Pietre Volte” promossa dall’Associaz. “Cosi Mali” RICADI CAPO VATICANO (VV)
-Collettiva promossa dallo Storico e Critico d’Arte Giorgio Grasso c/o Villaggio Valtur – SIMERI (CZ)
-Menzione Speciale alla Consacrazione “Cappella S. Barbara” (per le opere pittoriche poste a tetto e donate) dell’Arciv. Militare per l’Italia Mons. Marcianò c/o Capitaneria di Porto di  VIBO VALENTIA MARINA
-Collettiva “Arte e Artigianato” c/o Centro Servizi Sociaali promossa dall’Associaz. “Cosi Mali” e dal Comune di ZAMBRONE (VV)
-“Estat’Arte XXIV Edizione”- Collettiva c/o Antica tonnara PIZZO CALABRO (VV)
-“Arte e Gastronomia” Mostra collettiva c/o Corso Cristoforo Colombo promossa dall’Amm.ne Comunale – VIBO MARINA (VV)
-“Arte del Mare” promossa dall’Associaz.” Marea” Sala della Tonnara PIZZO MARINA (VV)
“I Talenti delle Donne” mostra collettiva indetta dalla FIDAPA (Federazione Italiana Donne Arti Professioni Affari)  di – TROPEA
“Tropea Festival Leggere & Scrivere” – Palazzo Gagliardi – VIBO VALENTIA

 

Hanno parlato del suo talento pittorico anche i Gionalisti:

 

Esperia Piluso (giornalista)

Nicoletta Viali (giornalista)

Bruno Tozzo (giornalista)

e molti altri-

 

Aggiungo che nel 2017,ho avuto l’onore di conoscerla e l’ho invitata a presenziare con le sue opere,al “ Club della Poesia” di Cosenza,dove io,col Presidente dell’Associazione,le abbiamo conferito un meritato diploma,per aver valorizzato,un sacro evento in corso,denominato” Ecce Homo”-

Vediamo finalmente le sue opere e sono sicuro che rimarrete anche voi, affascinati dal suo talento pittorico. Iniziamo con la prima:

Celeste Fortuna da Vibo Valentia – SOGNI E FANTASIE – 60 X 50 – OLIO SU TELA – 2017

La storia dell’arte, c’insegna che vi fu un Pittore che curava pazientemente i particolari dei suoi dipinti ed infatti questo lo si potrà notare nella sua opera: ”Signora col Velo”, in cui il celebre Artista Alexander Roslin, cura ogni pur minima campitura, nel ritratto della moglie, la Francese Marie Suzanne Giroust. Con la  paesaggistica della “Fortuna”, si ottengono  gli stessi risultati. La nostra brava pittrice, non lascia  niente al caso e cura doverosamente l’iconografia totale, con una magistrale  interpretazione. Non tralascia nemmeno, le ombre, visibile nell’arco nella campitura sinistra come nelle piante, facilmente verificabili nella dinamica cromatica, mentre le tinte in perfetta simbiosi tra loro, offrono una panoramica tendenzialmente eloquente nell’assetto pittorico, con un sottile accorgimento plastico. Il soggetto illustrato, si manifesta con un’aspetto, in cui la natura, mostra il suo linguaggio  migliore ed a giudicare dalla fioritura, e’ facilmente intuibile che trattasi di una veste primaverile. L’allegoria, poi e’ un’altra funzione che entra in gioco, svolgendo un suo determinato ruolo, all’interno della paesaggistica, in cui una casa rurale, pur mantenendo un’iconografia  antica, cioè pietra su pietra, non certo va a dissociarsi da un contesto moderno, che nel nostro caso e’ leggermente celato dalla ricca quanto folta vegetazione.

Celeste Fortuna, da Artista ormai navigata com’e’, arricchisce la sua elaborazione con: ” un’Esplosione di colori’, che si esprimono in una variegata tonalità che va dal carminio chiaro fino ad un’intenso bordeaux. La nostra Autrice tenta addirittura di dare un’età al rustico, sulla parte sinistra del dipinto con un semplice murales, che stabilisce dei parametri riconducibili alla fine dell’800, inizi del secolo scorso,epoca in cui questo genere d’arte andava alla grande, per esprimere un’idea,un concetto, specialmente per quanto riguardava una forma di protesta contro la politica del tempo.

Quello che però magnetizza maggiormente l’attenzione in questo dipinto e la vegetazione erbacea, visibile sul lastricato,tra una pietra e l’altra. sulla pavimentazione. Questo non sta ad indicare l’incuria, ma un abbellimento, che esalta l’opera nella sua piena totalità d’immagine. E’ una casa contadina e sebbene sia assente ogni riferimento umano, i panni stesi stanno a significare che la vita esiste, cioè qualcuno sarà presente all’interno dell’abitazione, anche se questo, viene pittoricamente celato. Pur se l’ ambiente appare isolato e solitario, l’omogenea e gentile saturazione, va a creare degli effetti allegorici straordinari, dove pure un solo e semplice filo d’erba, ha una sua specifica e precisa funzione e questo per un’opera d’arte, non è poco. Chi vive l’arte come Celeste Fortuna da Vibo Valentia, mi darà sicuramente ragione.

Altri esempi di paesaggistica della stessa autrice, possiamo visionarli nelle seguenti opere:

Notate però la pennellata, a volte liscia, vellutata e carezzevole e a volte picchiettata, per dare un senso di micro rilievo al dipinto. Quest’Autrice le pensa davvero tutte! Ha fantasia da vendere e in questo credo che sarete d’accordo con me.

Un’ altro campo di battaglia, nel quale Celeste Fortuna, si  distingue egregiamente e’ il figurativo, che io definisco, d’abbellimento. Lei circoscrive un mondo semplice, quanto aggraziato, in cui le delicate pennellate, tentano di evadere dalla realtà, pur passando, per una vistosa arte informale. Con questa tematica la nostra brava Autrice, ci riporta ad un contesto, che fa parte dell’universo della nostra infanzia. Praticamente siamo condotti per mano, in un labirinto artistico, dove il soggetto vero e’ proprio e’ la fantasia, focalizzata nella libertà di un sogno da raggiungere, attraverso uno sviluppo programmato del colore.

Ecco alcuni esempi che ci vengono proposti dalla nostra Autrice, ai quali abbiamo dato il titolo di: “Giochi Cromatici, della natura”.

 

Celeste Fortuna, offre una variegata  panoramica, in cui la sua fantasia cromatica, esplode in una euforia di colori e certamente avrete notato, che sono presenti dei cerchi concentrici che addirittura vanno a provocare dei favolosi riflessi ipnotici. Sono presenti sempre dei fiori, nel loro gentile simbolismo naturale, arricchiti da effetti scenografici, che tendenzialmente esaltano e valorizzano ogni dipinto: Quindi il tutto ben calcolato e soprattutto con una precisa funzione iconografica.

Prima di passare alla prossima serie, vorrei informarvi carissimi e  gentili Lettori, che molte autorevoli Penne del panorama artistico italiano, sono state coinvolte dal talento pittorico della “Fortuna”: Ecco una minima parte, dei nomi che si sono pronunciati a suo favore:

 

Bruna Filippone (Scrittrice – Comitato Nazionale Pari Opportunità ROMA – Ministero Pubblica Istruzione)
Prof. Giuseppe Farina (Direttore artistico Biennale di Monterosso Calabro)
Prof. Salvatore Mazzeo (Docente Accademia di Belle Arti Reggio Calabria)
Aoristias (critico d’Arte presso ARTECULTURA Milano)
Prof.ssa Vittoria Saccà (Scrittrice e Giornalista)
Prof. Rocco Cambareri (Scrittore e Poeta)

 

A questo onorato elenco, ora si aggiunge anche il Sottoscritto.

Ripartendo da quelle semplici matrici visionate poc’anzi, aggraziate da uno stile che io ho definito d’abbellimento, il percorso artistico della “Fortuna” prosegue, con uno spirito libero e cromaticamente incontrollabile nello stesso tempo, verso una meta, molto cara, al mondo dell’infanzia. Infatti i personaggi delle prossime opere, saltano fuori da un universo di favola, che ha colorato il nostro universo di bambini sognanti e sognatori. Vediamo di che si tratta:

 

Celeste Fortuna da Vibo Valentia: Pinocchio e la Fatina cm 60 X 80 – Olio su tela

Una favola che ha fatto sognare intere generazioni di ragazzi, è quella  de ”Le avventure di Pinocchio“ del Fiorentino  Carlo Collodi (vero nome Carlo Lorenzini (1826-1890). Il suo, e’ stato un racconto di fantasia, dove alcuni personaggi del mondo animale, addirittura parlano, come nelle fiabe di Esopo (Il gatto, la Volpe, il Grillo parlante, i 4 conigli). La prima stesura della vicenda, finiva con il burattino Pinocchio, che assieme al  Babbo Geppetto, uscivano indenni dal ventre  di un grosso pesce e finalmente riacquistavano l’agognata libertà. Il libro ebbe un successo clamoroso e a questo punto intervennero i Critici dell’epoca, i quali sostennero che una fiaba così bella, non poteva finire in questa maniera, lasciando tutti col fiato sospeso. Collodi, si trovò disorientato dalla proposta e tuttavia qualche tempo dopo, completava la vicenda, con il burattino Pinocchio, che finalmente dopo tante avventure, era diventato un  bambino vero.

Entusiasta per la nuova versione, l’Americano Walt Disney, volle creare uno dei suoi primi lungometraggi animati e Pinocchio divenne un film, riscuotendo un immediato successo in tutto il mondo. Tra i personaggi della fiaba, una figura femminile, dava sempre dei buoni consigli al burattino: Era la Fata dai capelli turchini. Anche Celeste Fortuna da Vibo Valentia, vuol dire la sua, però,  con qualche variazione. La fatina, e’ diventata una Pittrice ed e’ intenta a riprodurre  Pinocchio sulla tela, osservando,la figura del burattino  poggiata su un piano. Però il colore dei suoi capelli, non è turchino,come descritto nell’opera del Collodi, ma biondo, mentre  la chioma, osserva una pettinatura d’altri tempi. Come mai questa variante? Semplicemente perché la figura femminile, non e’ altro che la nostra Autrice vista  di spalle, che si identifica nel Personaggio. Questo sta ad indicare, che la nostra Artista è una grande sognatrice e che la favola di Pinocchio, ha colpito anche lei.

Un’altra fiaba che ci ha fatto sognare   durante l’infanzia, e’ quella di Cappuccetto Rosso e pure qui l’Eroina ha le sembianze della nostra Pittrice.

Celeste Fortuna da Vibo Valentia: CAPPUCCETTO ROSSO cm 60 X 80 – OLIO SU TELA

Altra fiaba, altri personaggi. In questa,troviamo una ragazzina, la sua nonnina ed un lupo cattivo, con la scenografia di un bosco. Il discorso però, cambia pure quì e vediamo come: L’eroina Cappuccetto Rosso, che in realtà  riassume i tratti somatici di Celeste Fortuna, non e’ in questo caso il tradizionale personaggio fiabesco,  in balia del pericolo. Infatti il Lupo cattivo, viene collocato nel suo habitat naturale, cioè nel bosco  e probabilmente,  ha ripreso il suo istinto animale, cioè l’immagine da il senso che sia in procinto di ululare, quindi un ritorno alla normalità.

Nello sguardo di Cappuccetto Rosso, si nota un ritorno al passato, un’era probabilmente di sofferenza e umiliazioni, assimilato nei secoli dal pianeta donna. Ora però, le cose sono cambiate ed il futuro femminile, assume un’altra proporzione. Non e’ più quella ignara e sprovveduta fanciulla, che deve subire qualunque condizione, perché  ora e’ in grado di difendersi e lo fa notare con i profondi graffi, incisi sul legno, in corrispondenza delle unghie. Un modo di dire: ”La donna, e’ anche quest!”-  Il vestitino bianco indossato evidenzia l’innocenza dell’età.

Cari amici Lettori, avrete certamente notato che, ci siamo un pò dilungati ed a motivo di ciò, domando scusa. Sicuramente converrete con il Sottoscritto, che per un’Autrice di questo Calibro, ne è valsa veramente la pena. Potrei illustrarla ancora all’infinito, ma credo che l’essenziale sia stato doverosamente detto, perciò non mi resta altro,che passare ai saluti finali.

Grazie per la vostra cortese attenzione e alle riviste che pubblicheranno questo mio articolo:Cercheremo sempre di offrirvi  il meglio dell’arte,quindi io come questa brava e poliedrica Artista, vi abbracciamo uno per uno Augurandovi felici e meravigliose vacanze estive.

Una stretta di mano da Pasquale Solano e:

 

Celeste Fortuna (Autoritratto)

 

 

(106)

(Visited 153 times, 1 visits today)
 

Disclaimer

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. Le informazioni contenute in questo sito, pur fornite in buona fede e ritenute accurate, potrebbero contenere inesattezze o essere viziate da errori tipografici. Gli autori di museodellarte.it si riservano pertanto il diritto di modificare, aggiornare o cancellare i contenuti del blog senza preavviso. Gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy e, in ogni caso, ritenuti inadatti ad insindacabile giudizio degli autori stessi. Alcuni testi o immagini inserite in questo sito sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi. Gli autori del sito non sono responsabili dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Museo dell'Arte © 2016 Frontier Theme