Museo dell'Arte

Arte - τέχνη - art - kunst - искусство - アート

Dal tormento dell’anima, alla realizzazione di un sogno da primo premio – Critica by Pasquale Solano

Dal tormento dell’anima, alla realizzazione di un sogno da primo premio – Critica by Pasquale Solano

Qualche mese fa, sulla piattaforma sociale di facebook, un’Artista di Cosenza, domandò un mio parere, ad una sua opera. Il Dipinto raffigurava la disperazione di una donna, al centro di un creato, la cui spettacolare paesaggistica marina, che rappresentava la sua anima, appariva alterata, dagli elementi fisici – naturali. Un mare tumultuoso, in preda ad un’ aere disperato, era condizionato da una forte presenza eolica, mentre un’ aggraziato nudo di donna, era collocato su una piattaforma occasionale. L’opera mi piacque davvero e consigliai all’Autrice, di farla partecipare ad un mostra di tutto rispetto, nella quale io ricopro da tre anni a questa parte, il ruolo di Critico –  Le feci notare, che la sua elaborazione, avrebbe potuto essere benissimo collocata, in un museo.

Lei seguì il mio consiglio, iscrivendosi alla manifestazione e gli eccellenti risultati raggiunti, hanno confermato, quanto da me sostenuto. Ricordo, che molto tempo prima, avevo disinteressatamente proposto ad un’ Editore, la pubblicazione del dipinto, accompagnato da una mia recensione e così e’ stato fatto –  Non ero ancora soddisfatto, del successo iniziale, perché l’opera a mio avviso meritava molto di più: Ero convinto che, avrebbe potuto ottenere molti più consensi e riconoscimenti e non bastava più, limitarmi ad una semplice pubblicazione editoriale : Secondo il mio modesto parere, l’opera, il cui titolo è: ” Le Ali della libertà ”, avrebbe potuto ottenere, un ufficiale riconoscimento nazionale –  Cari Amici Lettori, dovete sapere che ogni anno a Barletta, nella Regione Puglia, l’Associazione culturale Ad Maiora, la cui Presidente e’ la Signora Costantina Loscocco,  organizza uno strepitoso ed importante concorso nazionale di pittura e poesia, intitolato a Massimo d’Azeglio.

Quest’anno detto evento, e’ giunto alla XVII a Edizione, dopo il successo riscontrato, nelle precedenti manifestazioni. Vengono premiate dopo un’attenta selezione, le migliori poesie, anche in vernacolo ed hanno partecipato Autori provenienti, da molti Paesi, anche esterni all’UE –  Naturalmente e’ stata associata una mostra di pittura, dato che Massimo d’Azeglio, era una buona Penna, ma se andiamo vedendo, ha lasciato anche, dei favolosi dipinti. Una Giuria, composta da Membri selezionati, di cui faccio parte, vota le opere, fino a stilare una gratificante classifica e di conseguenza, una reale premiazione, che di solito viene proposta nella sala rossa – auditorium, nel castello svevo di Barletta  –  Quest’anno l’Associazione, ha deciso che tale manifestazione avrebbe dovuto svolgersi nella Chiesa di Sant’Antonio, sempre nella stessa città.

A questo punto, devo fare una precisazione: Il concorso sopra menzionato, e’ una gara nazionale patrocinata dalle più alte Cariche dello Stato, iniziando dal Presidente della Repubblica, dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri della Repubblica Italiana, dalle Autorità Politiche della Regione Puglia, dal Consolato di Malta e dal Presidente della Repubblica di S. Marino  –  Quest’anno a differenza delle scorse edizioni, il premio più ambito e’ stato quello della Presidenza del Consiglio dei Ministri –  Ogni anno, ho aderito a questo concorso, perché mi piace la sua trasparenza, ossia non include clientelismi o favoritismi di alcun genere e tutto procede, a regola d’arte. Infatti, Noi che votiamo le opere, ci conosciamo solo, il giorno della premiazione, perché non ci e’ dato di fare conoscenza tra di Noi prima dell’evento, in modo che tutto proceda regolarmente ed alla luce del sole. Anche l’Artista Stefania Vena da Cosenza, su mio invito, ha voluto partecipare a questo concorso, la cui premiazione e’ avvenuta il 14 maggio,  alle ore 17 nella Chiesa di Sant’Antonio a Barletta –  In privato, avevo domandato all’Organizzatrice, di poter essere messo al corrente sulla classifica ottenuta dal voto, ma la Signora, mi ha confermato, che lo avremmo saputo a breve dal palco, durante la manifestazione –  I premi, specialmente per la poesia sono stati davvero tanti, successivamente si e’ passati alla sezione Pittura, iniziando dalle ultime posizioni, per poi arrivare gradatamente alle prime –  Era presente un Gruppo che rappresento sul piano nazionale, denominato Poes’Art, che ha ricevuto premi significativi. L’oratore che annunciava i premi, e’ stato il Console di Malta, Signor Matteo Bonadies, anche Presidente della manifestazione.

Quando al microfono ha annunciato, che l’opera vincitrice della XVII a edizione del Concorso nazionale Massimo d’Azeglio, era “ Le ali della libertà”, della Pittrice Cosentina Stefania Vena, il Pubblico presente in sala, e’ esploso in un lungo applauso, mentre l’Autrice si alzava in piedi,per raggiungere il palco. Era commossa, non riusciva più a controllare l’emozione ed io,mi sono prontamente alzato, per andare a congratularmi con lei con un forte abbraccio, nel quale le ho sussurrato:” Brava, ce l’hai fatta! “ –  Il suo stato di commozione, era riuscito a coinvolgermi al punto che stavo per versare pure io qualche lacrimuccia, ma poi un nuovo forte applauso del Pubblico, e’ riuscito e’ a farci contenere le emozioni. Stefania, sembrava cascasse dalle nuvole, ancora non credeva di essere l’effettiva Vincitrice,le sembrava solo di vivere, un bellissimo sogno. Dopo le foto – ricordo, sono sceso dalla mia postazione ed ho iniziato ad illustrare il dipinto, seguito da un Pubblico silenzioso e soprattutto attento, a quello che dicevo –  Mi hanno interrotto solo con 5 applausi, mentre Stefania era visibilmente commossa e si stava riprendendo nella sua felicità,che riusciva a contenere solo, con l’espressione di un sorriso.

foto-1

Una foto,che rimarrà per sempre impressa, nella memoria di Stefania Vena: Il momento della premiazione. Il diploma, più la statuetta, inviata per l’occasione dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, della Repubblica Italiana – Barletta – Sabato 14 maggio 2016 – ore 17,32 –

A codesto premio ho voluto associare, il Premio della Critica: (Non lo nego e la foto può testimoniarlo: Ero commosso pure io)  –

Istantanea sul doppio premio:

foto-2

Io, a Sinistra, Stefania Vena al centro ed il Console di Malta, Dott. Matteo Bonadies – Barletta – Sabato 14 maggio,ore 17,40 –

Dopo la premiazione, ho spiegato al pubblico presente in sala,  il dipinto:

Pluri-premiata Artista Stefania Vena da Cosenza: “ Le Ali della libertà”. Acrilico su tela-                                                               Cm   80 x 100-anno 2016

Pluri-premiata Artista Stefania Vena da Cosenza: “ Le Ali della libertà”. Acrilico su tela – Cm 80 x 100-anno 2016

Ecco a voi le emozioni personali, stilate dall’ Autrice dell’opera, al momento dell’esecuzione:

“ Quando la speranza diventa disperazione, si è pronti ad attraversare il dolore, trasformando la rabbia in forza, la forza in passione, la passione in Amore, l’Amore in fede……. “ –

Questo invece e’ stato infine, il mio giudizio:

In un’area di appena cm 80 x 100, l’artista Stefania Vena da Cosenza,dà vita, ad un sofferto universo femminile, includendo spazi infiniti, testimoni di una reale quanto atroce sofferenza. Evidenzia nel suo progetto cromatico, gli elementi fisici, con un netto riferimento ad una furiosa forza eolica, che pilotando le onde marine sottostanti, sembra dominare tragicamente la natura.

Uno scrittore, può illustrare con la penna, un particolare stato emotivo: Stefania Vena, riesce nella medesima impresa, con il colore –  La nostra Premiata Autrice, riesce con magistrale interpretazione, a trasferire i sentimenti e stati d’animo sulla tela, trasformandoli in una propria e vera opera d’arte –  Al momento dell’esecuzione dell’opera, probabilmente non viveva un momento felice e lo possiamo benissimo dedurre dal suo dipinto, che assume l’importanza di una vera ed autentica testimonianza –  Gli elementi dell’aria, sono sconvolti, mentre i fulmini, dominano con la prepotenza della loro luce, sull’intero creato.

La tempesta che vediamo, è la tempesta interiore, riportata sulla tela nella sua eloquenza che non prende pace, imponente impatto visivo, arricchito nella sua maestosità ; in lontananza, quasi perso tra i nuvoloni, un gabbiano, che rappresenta la solitudine, descrive un volo incerto nella sua traiettoria, andando alla ricerca, di un punto d’appoggio, che non troverà mai mentre corre, verso quella sorgente luminosa, come fosse la meta del suo traguardo. La base “di fortuna”, ha una superficie crepata, la cui forma irregolare, sembra rappresentare la vita, meglio ancora il destino e comunque una base instabile che non può garantire sicurezza …. L’Angelo rannicchiato sopra di essa in punta di piedi vorrebbe spiccare il volo, ma possiede solamente un’ala… Questa presenza spirituale, non e’ altro che l’anima, messa a nudo della” Vena”, quindi la verità. L’Angelo, con l’aggraziato aspetto femminile, si difende raggomitolandosi su se’ stesso, dalle intemperie della vita e da quella tempesta, che è costretta a vivere e ad attraversare per sopravvivere –

La sua bella presenza, sembra essere assorbita, condizionata e dominata da un ciclone, destinato a travolgerla, ma nonostante la simbologia negativa, il messaggio pittorico apre un varco tra le nubi, con un’ intenso flusso di luce, che rappresenta la speranza e forse sarà proprio questa campitura, che offrirà la via d’uscita, al momentaneo stato di crisi biologica, magistralmente elaborato, da una grande Autrice, un’Artista che intinge il pennello direttamente nell’anima e che la storia certamente ricorderà e forse anche il Critico, che si e’ accorto di lei e delle sue grandi quanto innate, capacità pittoriche –  Concludo, esortando Stefania Vena a regalarci ancora opere di questa straordinaria portata e bellezza e a Lei ripeto quanto ho detto, al momento della Premiazione:” Brava, ce l’hai fatta ! Un fraterno abbraccio, mia grande Artista e ancora grazie, perchè non hai vinto solo tu, ma la tua Regione, cioè la nostra bella Calabria,che riconosce le tue potenzialità espressive e s’inchina al tuo talento –  L’Arte e’ anche questa !

Pasquale Solano –  Premiato Critico Opinionista Rai –  Radio Televisione Italiana –

Premiato nel Teatro Ariston in Sanremo, sede del famoso Festival della Canzone Italiana di Sanremo, il 7 – 6 –  2014 –

Un grazie particolare e’ indirizzato a tutti i Membri della Giuria, della XVIIa Edizione del Concorso nazionale di letteratura e arte pittorica, intitolato a Massimo d’Azeglio, al Dott. Matteo Bonadies, Console di Malta, a tutte quelle belle Signorine e Signore, che hanno creata quella stupenda scenografia, indossando costumi medioevali, che esaltano la tradizione di Barletta mentre offro, una calorosa stretta di mano all’ Organizzatrice del concorso, Signora Costantina Loscocco, per la sua esemplare costanza di Organizzatrice –

Grazie a tutti e arrivederci se Dio lo vorrà,alla prossima edizione.

(74)

(Visited 267 times, 1 visits today)
 

Disclaimer

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. Le informazioni contenute in questo sito, pur fornite in buona fede e ritenute accurate, potrebbero contenere inesattezze o essere viziate da errori tipografici. Gli autori di museodellarte.it si riservano pertanto il diritto di modificare, aggiornare o cancellare i contenuti del blog senza preavviso. Gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy e, in ogni caso, ritenuti inadatti ad insindacabile giudizio degli autori stessi. Alcuni testi o immagini inserite in questo sito sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi. Gli autori del sito non sono responsabili dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Museo dell'Arte © 2016 Frontier Theme