Museo dell'Arte

Arte - τέχνη - art - kunst - искусство - アート

Mamoiada, sa Perda Pintà – Di Piera Farina-Sechi

MAMOIADA: SA PERDA PINTA’

Sa Perda Pinta’, detta anche la stele di Boeli, è una grossa statua-menhir di granito (alt. m 2,67; largh. m 2,10-1,30; spess. m 0,57), situata all’interno di un cortile d’una abitazione privata a Mamoiada. E’ stata ritrovata, casualmente, nel 1997, durante dei lavori di ampliamento del giardino e lì è stata lasciata. Essa è finemente lavorata, con dei motivi circoncentrici e numerose coppelle. Dati i frammenti di vasi trovati accanto alla pietra viene collocata nel periodo della Civilta’ di Ozieri (3200/2800 a.C.).

Diverse interpretazioni sono state elaborate per questo capolavoro del passato. Di primo acchito pare di vedere delle ruote, diverse ruote, alcune, due in particolare che si trovano vicine l’una all’altra sembrano formare una bici con tanto di manubrio e relativo telaio. Ma dobbiamo immaginare la stele in posizione orizzontale, come è stata ritrovata. Presumiamo che essa sia uno specchio d’acqua rivolto verso il cielo e che come tale rifletta tutto cio’ che il cielo propone. Secondo alcuni i cerchi non sono altro che la reazione dell’acqua quando vi si getta all’interno un sassolino.

Quante volte non ci siamo soffermati ad ammirare i cerchi che l’acqua creava grazie all’impatto dell’oggetto lanciato. Il resto è un insieme di pianeti e costellazioni. Io ci vedo, invece uno spaccato di vita del periodo, racchiuso in una stele con la forma di Dea Madre. Quindi per me era una stele dedicata all’infanzia, forse anche una stele funebre. Mi piace pensarla cosi’, con quel che io vedo: giochi infantili incisi e ben distinguibili, la ruota col bastone e la bici preistorica con una bella faccina sorridente e diverse figure umane, di bambini, appunto 🙂
(Piera Farina-Sechi)
Foto Bruno Sini / Farina Piera S.



Piera Farina-SechiVisita la pagina facebook di Piera Farina-Sechi


 

(238)

(Visited 543 times, 1 visits today)
 

Disclaimer

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. Le informazioni contenute in questo sito, pur fornite in buona fede e ritenute accurate, potrebbero contenere inesattezze o essere viziate da errori tipografici. Gli autori di museodellarte.it si riservano pertanto il diritto di modificare, aggiornare o cancellare i contenuti del blog senza preavviso. Gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy e, in ogni caso, ritenuti inadatti ad insindacabile giudizio degli autori stessi. Alcuni testi o immagini inserite in questo sito sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi. Gli autori del sito non sono responsabili dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Museo dell'Arte © 2016 Frontier Theme