Museo dell'Arte

Arte - τέχνη - art - kunst - искусство - アート

Margaret D. H. Keane

Margaret D. H. Keane, nata Peggy Doris Hawkins (Nashville, 15 settembre 1927), è un’artista e pittrice statunitense i cui soggetti favoriti sono donne, bambini o animali con enormi occhi. I materiali usati sono principalmente oli e tecniche miste.

Nella seconda metà degli anni sessanta divenne famosa in tutto il mondo per un caso di furto artistico di cui è stata protagonista insieme al marito dell’epoca, Walter Keane. Egli, infatti, si era appropriato delle opere degli orfanelli con i grandi occhi, vendendole a suo nome. La vera artista, pur essendo inizialmente d’accordo per la convinzione che non sarebbe altrimenti riuscita a vendere le sue opere, citò comunque in giudizio l’ex-marito alla fine degli anni ’60, vincendo la causa dipingendo un quadro in tribunale.

Nata nel Tennessee, Margaret Keane era conosciuta nella sua parrocchia locale per i suoi disegni di angeli con grandi occhi e ali cadenti. Essa ora è una testimone di Geova. Attualmente vive nella Contea di Napa in California.

La caratteristica principale delle opere di Keane sono gli occhi da cerbiatto dei suoi soggetti, grandi e sproporzionati rispetto ai volti.

Durante tutti gli anni ’60 le sue opere vennero vendute a nome del marito, Walter Keane, che ne rivendicava la proprietà e la creazione. Il 1º novembre 1964 l’artista lasciò il marito e si trasferì da San Francisco alle Hawaii, dove incontrò lo scrittore sportivo di Honolulu Dan McGuire. Nel 1965 divorziò da Walter Keane, per sposare McGuire nel 1970.

Nel 1970 Margaret Keane partecipò a una trasmissione radiofonica di Honolulu, dalla quale annunciò al mondo intero l’inganno di Walter Keane e che lei era la vera creatrice dei dipinti dai grandi occhi.

Quando l’artista denunciò il marito per diffamazione alla Corte federale, in un episodio famoso il giudice ordinò a entrambi di creare nell’aula di tribunale un dipinto rappresentante un bambino dagli occhi enormi, in modo da poter determinare chi dei due stesse dicendo la verità. Walter si rifiutò di completare l’opera menzionando un dolore alla spalla, mentre Margaret completò il suo dipinto in 53 minuti. Dopo un processo durato tre settimane, la giuria giudicò Walter colpevole e lo condannò a risarcire Margaret per 4 milioni di dollari per i danni ricevuti. Una Corte d’appello federale confermò il verdetto di diffamazione nel 1990, tuttavia revocò la somma che Walter Keane avrebbe dovuto pagare per i danni inflitti alla ex-moglie.

Nel periodo in cui viveva all’ombra dell’ex-marito Walter, le opere dipinte da Keane tendevano a rappresentare bambini tristi, circondati da ambienti oscuri. Dopo aver lasciato l’ex-marito ed essersi trasferita alle Hawaii, l’artista divenne una testimone di Geova e le sue opere iniziarono ad avere uno stile più felice e luminoso. Il sito ufficiale di Keane ora descrive i suoi lavori come rappresentanti “lacrime di gioia” o “lacrime di felicità”.

Le attrici Joan Crawford e Natalie Wood hanno entrambe commissionato a Keane dei loro ritratti. Negli anni novanta, inoltre, anche Tim Burton (entusiasta collezionista delle opere di Keane e in epoca più recente regista del film a lei dedicato, Big Eyes) le commissionò il ritratto della sua fidanzata dell’epoca, l’attrice Lisa Marie.

Nella commedia di Woody Allen Il dormiglione (1973), le persone del futuro considerano Margaret Keane la più grande artista della storia.

Negli anni ottanta, il programma comico Saturday Night Live mise in onda degli sketch che rappresentavano i lavori di Keane come una parodia della reazione contro l’arte moderna (ad esempio il Cubismo o il New York Armory Show). Inoltre, in una puntata della sitcom Newhart, il personaggio di Bob osserva dei dipinti ispirati a quelli di Margaret Keane.

Nella serie animata del 1998 Le Superchicche, che è stata il debutto dell’animatore Craig McCracken, le protagoniste sono ispirate agli “orfanelli” di Keane; inoltre c’è un personaggio che si chiama Ms. Keane.

L’album musicale In Reverse di Matthew Sweet, pubblicato nel 1999, ha come immagine di copertina una delle pitture a olio di Keane.

Margaret e il suo ex-marito Walter Keane sono i personaggi principali del film biografico del 2014 Big Eyes, nel quale l’artista è interpretata dall’attrice Amy Adams. La pellicola è stata diretta da Tim Burton, un appassionato collezionista dei lavori di Keane.


Fonte Wikipedia

Licenza Creative Commons
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Condividi allo stesso modo 3.0 Unported.


 


 

(208)

(Visited 730 times, 1 visits today)
 

Disclaimer

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. Le informazioni contenute in questo sito, pur fornite in buona fede e ritenute accurate, potrebbero contenere inesattezze o essere viziate da errori tipografici. Gli autori di museodellarte.it si riservano pertanto il diritto di modificare, aggiornare o cancellare i contenuti del blog senza preavviso. Gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy e, in ogni caso, ritenuti inadatti ad insindacabile giudizio degli autori stessi. Alcuni testi o immagini inserite in questo sito sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi. Gli autori del sito non sono responsabili dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Museo dell'Arte © 2016 Frontier Theme