Museo dell'Arte

Arte - τέχνη - art - kunst - искусство - アート

Palazzina del Belvedere – Collezione archeologica Faldetta – Brindisi

PALAZZINA DEL BELVEDERE – COLLEZIONE ARCHEOLOGICA FALDETTA

 

La collezione Archeologica Salvatore Faldetta, esposta nella novecentesca Palazzina del Belvedere (foto 1) sul lungomare Regina Margherita, vanta 363 reperti inquadrabili in un orizzonte cronologico che si estende dall’età arcaica alla fine del periodo romano, ad eccezione di una giara a staffa micenea del XIII secolo a.C. (foto 2).

La collezione è stata sottoposta a tutela ai sensi della legge 1° giugno 1939 n.1089, con decreto ministeriale 18 ottobre 1978 proposto dalla Soprintendenza Archeologica della Puglia e nel 1993 i reperti sono stati catalogati redigendo schede RA/I in conformità agli standard previsti dall’ICCD.

I reperti hanno una provenienza essenzialmente pugliese e constano per la maggior parte di forme vascolari, con una sezione dedicata alla coroplastica, manufatti  in metallo, faïence, vetro e pasta vitrea, e scultura proveniente dall’area indiana.

Il repertorio ceramico comprende sia classi di materiali di provenienza indigena: come olle e trozzelle geometriche e sub geometriche (foto 3), ceramica a fasce, sovraddipinta nel c.d. “stile di Gnathia” (foto 4), una pàtera ad ovoli policroma, hydriai miniaturistiche, unguentaria; sia di derivazione dal repertorio greco, come le coppe di tipo ionico B2; e sia classi di materiali di provenienza greca come gli aryballoi (pirifomi e globulari) (foto 5), alabastra (foto 6), kotilai e pissidi di produzione corinzia (foto 7), lekythoi attiche (foto 8) a figure nere e kylikes attiche a vernice nera di tipo C.

Tra la ceramica italiota a figure rosse presente nella collezione, di notevole pregio è un cratere a campana proto apulo (foto 9), del secondo venticinquennio del IV secolo a.C. attribuito dal prof. Arthur Trendall alla cerchia del pittore di Tarpoley. L’importanza è nella rarità della decorazione, dove sono rappresentate due maschere teatrali femminili (foto 10) al contrario della più comune rappresentazione di una sola maschera  presente in altri esemplari a figure rosse. Un riferimento al vaso per la sua particolarità scenica, compare nel saggio scientifico “The Oxford Illustrated History of Theatre” edito da J. Russel Brown.

Tra i manufatti in metallo sono presenti fibule, anelli, una stadera, pinzette chirurgiche ed uno specchio di produzione magno greca in bronzo, un peso da telaio ed un ceppo d’ancora in piombo ed un falcetto in ferro. In ultimo, la collezione comprende alcune lucerne romane e vari contenitori in vetro.

La Collezione archeologica Faldetta è gestita dalla Associazione di Promozione Sociale “Le Colonne Arte Antica e Contemporanea”, che da anni è impegnata nel settore dei beni culturali. L’attività dell’associazione si svolge ad ampio spettro e va dalla mera fruizione della realtà museale alla valorizzazione e alla promozione della collezione con attività dirette a migliorare la conoscenza del bene, nonché a creare e a migliorare il rapporto tra museo e ambiente circostante (istituti scolastici, enti di ricerca ed università, enti territoriali e associazioni del territorio).


Orario di apertura

Orari estivi: dal martedì alla domenica 9:00-13:00; 18:00-21:00.

Chiuso il lunedì.

Orari invernali: dal martedì al venerdì 9:00 – 13:00; 15:30-19:30

Sabato e domenica 10:00-13:00; 17:00 – 20:00

Chiuso il lunedì

 


Recapiti telefonici

Palazzina del Belvedere 0831562800

Referenti

Anna Cinti 3711128126

Carmen Russo 3926657014

 

Indirizzo email


 

Profili social

https://www.facebook.com/pages/Associazione-Le-Colonne-Collezione-Archeologica-Faldetta/345524262203444;

https://twitter.com/?lang=it;


 

Posizione

Palazzina del Belvedere Collezione archeologica Faldetta – Lungomare Regina Margherita 11/12, Brindisi.



 

(104)

(Visited 142 times, 1 visits today)
 

Disclaimer

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. Le informazioni contenute in questo sito, pur fornite in buona fede e ritenute accurate, potrebbero contenere inesattezze o essere viziate da errori tipografici. Gli autori di museodellarte.it si riservano pertanto il diritto di modificare, aggiornare o cancellare i contenuti del blog senza preavviso. Gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy e, in ogni caso, ritenuti inadatti ad insindacabile giudizio degli autori stessi. Alcuni testi o immagini inserite in questo sito sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi. Gli autori del sito non sono responsabili dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Museo dell'Arte © 2016 Frontier Theme