Museo dell'Arte

Arte - τέχνη - art - kunst - искусство - アート

Raffaele Piras

Raffaele Piras, laureato all’accademia di belle arti di Sassari nel 2002 nel corso di pittura, conduce da sempre un percorso improntato sull’arte contemporanea e i suoi più recenti esiti. I suoi scenari, infatti, essenziali e molto lineari, sono dominati da forti chiaroscuri che mettono in risalto ambienti e oggetti d’arredo e atmosfere dove la calma e l’impassibilità delle immagini è solo apparente!

La figura umana può anche essere assente ma forte è la sua presenza psicologica. Ambientazioni intimistiche che riflettono una realtà spesso scarna e impregnata di una solitudine epocale.

Lo spettatore ne viene risucchiato leggendo il senso segreto proprio in quelle figure quasi spettrali sprofondate nella notte.

Troviamo una particolare cura nel taglio dell’immagine, spesso associabile a “frame” fotografici e non di meno “cinematografici”.

Il supporto, spesso graffiato e con “strisciate” di colore materico e puro altro non sono che il gesto liberatorio dell’artista che riflette violentemente la propria identità su quell’unico teatro e scenario esistenziale.

Opera e vive ad Alghero (SS).


RAFFAELE PIRAS   Il Pittore Dell’Anima.

 

Affascinante immaginare certi pittori quando pensano solo a creare, senza sapere l’emozione che lasciano dipinta.

E Raffaele Piras è uno di questi.

Nato in Sardegna, lui dipinge le mosse più segrete dell’arte in movimento. Lui, sperimenta nuovi linguaggi e macchia le sue tavole con schizzi studiati e istinti passionali.

Dentro un piacevole delirio di riflessi, l’occhio dell’osservatore, così, è costretto

a svelarsi. A riflettere.

A non avere fretta di aspettare.

La sua ricerca dell’arte ci intriga. Il suo bisogno di cercare, di sperimentare, va

oltre i soggetti e gli oggetti da sviscerare.

I suoi colori ci mettono a nudo, e allo stesso tempo ci ricoprono di altri colori,

piegati, appassionati. Smascherati.

Un artista che dipinge quello che vede e che sente. Che ci racconta le voci segrete della sua mente, con un’estasi quasi febbrile.

Ci coinvolge. Ci cattura. Ci stimola con la sua affilata curiosità emotiva e

mentale. Perché è un artista che s’infila silenziosamente tra le luci e le ombre dell’anima. Un continuo contrasto, in bilico tra le assenze e le attese. Infinite.

Insegue il realismo Raffaele. Insegue la verità con un occhio rapido. Immediato.

Dentro un tocco d’arte attento. Dentro un impulso sciolto. Impastato all’acrilico.

Lui la divora l’arte, lasciando cadere per terra il colore nero del silenzio, per

mostrarci la fitta trama dei rumori del rosso.

Dipinge una sorta di viaggio introspettivo, quasi a spogliare l’inconscio,

sfiorandolo lentamente con il suo impetuoso cromatismo.

Dietro ogni colore sa raccogliere la bellezza dell’arte, quella che esce fuori dalle

tavole, quella che sa di colore distratto ma che non è mai messo lì per caso.

Un’arte che Raffaele Piras fa vibrare. Un’arte che si muove. E si sofferma.

Una rinascita artistica continua, che sa di profumo dell’anima. Di odore ad arte.

Come a voler dare uno schiaffo al passato. Come a riempire di colori caldi, un

tempo vuoto, toccando le corde della sua stessa notte da dipingere, da graffiare

e reinventare, a sorsi e a pennellate.

 

Critica d’Arte: Chiara Ciri.


facebook pdf  Curriculum-Vitae-Artistico-Raffaele-Piras.pdf (50 download)



 

(127)

(Visited 224 times, 1 visits today)
 

Disclaimer

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. Le informazioni contenute in questo sito, pur fornite in buona fede e ritenute accurate, potrebbero contenere inesattezze o essere viziate da errori tipografici. Gli autori di museodellarte.it si riservano pertanto il diritto di modificare, aggiornare o cancellare i contenuti del blog senza preavviso. Gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy e, in ogni caso, ritenuti inadatti ad insindacabile giudizio degli autori stessi. Alcuni testi o immagini inserite in questo sito sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi. Gli autori del sito non sono responsabili dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Museo dell'Arte © 2016 Frontier Theme