Uncategorized

Il “cantiere” degli U2, Bono annuncia

di Giuseppe Babbo

VENEZIA – «Ostaggio dei parcheggi selvaggi». È la protesta dei residenti che puntano il dito contro le auto dei pendolari parcheggiate direttamente sulle carreggiate stradali oppure a ridosso degli incroci.

Un problema che si ripropone ogni fine settimana e abbastanza fisiologico considerata la “calata” domenicale dei pendolari verso il mare. Ma ieri con molta probabilità, grazie anche al mezzo milione di presenze stimate in città, il livello di sopportazione è stato superato da molti con segnalazioni di disagi arrivate un po’ in tutto il Comune.

In pratica accade che, una volta riempiti i parcheggi a pagamento, le auto vengono parcheggiate nelle strade anche in divieto di sosta, in strade private e anche negli incroci riducendo così lo spazio di manovra o la visibilità. Va ancora peggio a chi si trova le auto e camper davanti al cancello di casa a fare da «tappo». Immancabile il corollario di proteste dei residenti anche con segnalazioni alle forze dell’ordine o litigi tra gli stessi automobilisti. «Per attraversare via Gorizia, dietro a piazza Marina, ho rischiato di farmi investire da un bus di linea – racconta lo jesolano L.D. – le auto parcheggiate a bordo strada nascondevano la visuale e per forza di cose ho dovuto sporgermi verso il centro: per un soffio non sono stati investito dal pullman. È una situazione che accade ogni fine settimana».

La richiesta, quindi, è quella di maggiori controlli contro questo tipo di fenomeni, come sostiene anche l’ex onorevole Mario Pezzoli: «Sabato sera in piazza Mazzini c’erano una decina di addii al celibato ma della polizia locale nemmeno l’ombra – dice – servono maggiori controlli contro le situazioni di invivibilità della città, che possono andare dagli schiamazzi ai parcheggi selvaggi. Prendersela contro una bambina di 9 anni che faceva un innocuo mercatino e quindi fare i forti con i deboli non serve a nulla. Le azioni di forza devono essere altre situazioni». Anche ieri, infine, non sono mancate le solite code in uscite e alcuni piccoli incidenti fortunatamente senza gravi conseguenze.

Lunedì 11 Luglio 2011 – 14:11 Ultimo aggiornamento: Martedì 12 Luglio – 18:07

© RIPRODUZIONE RISERVATA

You may also like